Sostituti dello zucchero tra percepito e realtà

14 set 2022

Blog
Senza zucchero
Ridotto in zuccheri

La maggior parte dei consumatori ha una relazione di amore-odio con lo zucchero. Sappiamo tutti che troppo zucchero è tutt'altro che salutare e per questo non sorprende che sia il valore nutritivo più ricercato.

Ben il 45% dei consumatori, infatti, legge le etichette per conoscere il contenuto di zucchero nei prodotti che acquista. Il contenuto di grassi è ricercato invece dal 36% (Fonte Taste Tomorrow by Ipsos). I consumatori sono consapevoli dei rischi per la salute che questo ingrediente può comportare, ma quali sono le azioni che vorrebbero che l'industria alimentare intraprendesse?  Sul tema assistiamo ad un grande divario tra ciò che affermano gli esperti e ciò che i consumatori pensano. Leggi quali sono i principali desideri e pensieri dei consumatori e  come la loro percezione differisce dalla realtà, in 7 punti:

Cosa cercano i consumatori quando si parla di sostituti dello zucchero?

La nostra ricerca costante sui gusti e le preferenze dei consumatori online ci rivela che le persone percepiscono alcuni sostituti dello zucchero più sani di altri. Tra l'elenco delle alternative popolari troviamo: miele, sciroppo d'acero, stevia, zucchero di cocco, melassa. Sui social media alcuni influencer promuovono spesso anche l'eritritolo come alternativa allo zucchero più salutare.

In quali paesi è più forte questa tendenza?

Le discussioni sui social media e le ricerche online sulle alternative allo zucchero sono in aumento nei mercati tedesco, francese, giapponese, italiano, spagnolo e russo. Nelle aree di lingua cinese, inglese e portoghese il trend, invece, risulta stabile.

Quali sono le motivazioni che spingono i consumatori a cercare sostituti dello zucchero?

Il nostro tool di intelligenza artificiale non solo analizza gli argomenti di tendenza sui social media, ma rivela anche i bisogni emotivi sottostanti che una tendenza riflette, fornendo informazioni sulle motivazioni che spingono le persone a scegliere un determinato cibo o seguire una dieta specifica. I consumatori che cercano sostituti dello zucchero cercano di controllare la propria alimentazione e di renderla più sana e sicura. Se offri prodotti a basso contenuto di zucchero nella tua gamma, questo rassicurerà i consumatori, che avranno più fiducia nei confronti dei tuoi prodotti.

A quali altre tendenze alimentari si collega?

Naturalmente, un'alimentazione sana è una delle principali motivazioni per i consumatori, sebbene le alternative scelte non siano sempre effettivamente migliori per la salute. Ma la sostituzione è guidata anche dal desiderio di mangiare cibo con etichetta più pulita e naturale. I dati di Spoonshot rivelano che il 30% delle conversazioni sui social media legate alla riduzione dello zucchero riguardano proprio un'alimentazione con cibi ad etichetta pulita. Un altro 11% è legato ad alimenti più naturali.

I sostituti naturali dello zucchero sono davvero più sani dello zucchero raffinato?

Esistono oltre 70 tipologie di zucchero che possono comparire negli elenchi degli ingredienti di un prodotto e ciò rende difficile individuare l'esatto contenuto di zucchero totale di un prodotto. Inoltre, i consumatori sono preoccupati per i rischi per la salute legati ai dolcificanti artificiali. Non sorprende quindi che i sostituti naturali sembrino per molti l'alternativa migliore. In rete, la Stevia è l'ingrediente naturale più popolare. Una ricerca di Spoonshot mostra che il 21% delle conversazioni sul tema menzionano proprio questo ingrediente. Lo zucchero di cocco è menzionato nell'11% delle conversazioni, mentre del termine generico "dolcificanti naturali" si parla nel 9% delle discussioni sui social media.

Cosa viene richiesto ai produttori?

Lo zucchero contribuisce al gusto dei prodotti da forno e dalla nostra ricerca lo confermano quasi 7 consumatori su 10. Ma le persone sanno anche che ridurre o rimuovere questo ingrediente migliorerà il profilo nutrizionale di un prodotto (Il 66% ne è consapevole). Per aumentare il profilo salutistico dei loro snack preferiti, i consumatori affermano che preferirebbero porzioni più piccole o ingredienti alternativi più sani (1 consumatore su 2 è in cerca di alternative).

Come ridurre lo zucchero senza rinunciare al gusto?

Consistenza, lievitazione, gusto, conservazione. A differenza di quanto possano pensare i consumatori, lo zucchero ha molteplici funzioni in panificazione e pasticceria. Per questo ridurne il contenuto diventa un'operazione davvero sfidante per l'industria di settore. In Puratos, abbiamo sviluppato soluzioni che permettono di ridurre lo zucchero del 30% per la pasticceria ma anche nel cioccolato. Leggi di più su come ridurre il contenuto di zucchero nei prodotti senza compromessi sul gusto.

Ti interessa l'argomento e vuoi sapere come possiamo aiutarti a migliorare il profilo nutrizionale dei tuoi prodotti? Contattaci qui: