Ciabatta stirata

Ingredienti

Farina 220W 1000 g
Acqua 750 g
O-tentic Durum 40 g
Sale 18 g

ProcedimentO

Suggerimenti


Autore: Ricetta con interpretazione di Carlo Nodari

Livello di complessità:  

Per ottenere una massa ben legata ed elastica, impastare tutti gli ingredienti ad eccezione del sale e di una parte dell’acqua della ricetta, da aggiungere a metà tempo della seconda velocità. Per migliorarne il gusto, si può aggiungere a fine impasto l’1% d’olio extravergine d’oliva (sulla farina lavorata). Per una crosta più croccante e friabile, è consigliabile aprire la valvola della camera di cottura qualche minuto prima di sfornare la ciabatta. Si può produrre su impianto automatico.

Lo sapevi che...


Nasce da un recupero di pasta avanzata e quindi molto fermentata. Da qui nasce il tipo di sapore, l’alveolatura e la friabilità della pasta, perfezionata nel tempo fino ad arrivare alla ricetta di oggi. Questo pane non ha una lunga storia alle spalle ma è ormai considerato l’icona della panificazione italiana nel mondo. Prende il nome dalla forma lunga e stirata che somiglia proprio alla suola di una ciabatta!